Shōtō Nijū Kun – i venti precetti del karate

Nel 1935, G. Funakoshi scrive la sua opera più importante, intitolata Karate-do kyohan (Testo di insegnamento del karate-do). E’ senza dubbio il periodo più felice della sua vita. Già diverse università di Tokyo hanno aderito al suo insegnamento, il numero di allievi aumenta, ogni giorno egli va a insegnare in un’università diversa. La sua situazione materiale migliora. Il primo dojo di karate è costruito nel 1938 dai suoi allievi, che si sono tassati per molti anni a questo scopo e si appoggiano alla rete degli ex-allievi delle loro università. G. Funakoshi chiama questo dojo “Shotokan” (La casa nel fruscio della Continue Reading →

DŌJŌKUN (Le Regole del Dōjō)

Nel Dōjō vengono insegnati, oltre la pratica sportiva, anche le regole tradizionali e atteggiamenti mentali che si realizzano in un’etica orientata al lavoro collettivo e al progresso individuale. Le regole da seguire  sono dette Dōjō-Kun e sono antiche come l’arte stessa ma, definite formalmente per la prima volta ad Okinawa da Sakugawa Shugo (1733-1815), ed in seguito ripresi da tutti gli stili. Cinque sono le direttive di base   一、人格完成に努むること   hitotsu, jinkaku kansei ni tsutomuru koto Per prima cosa cerca di perfezionale il carattere   一、誠の道を守ること   hitotsu, makoto no michi wo mamoru koto Per prima cosa difendi la verità   Continue Reading →