Storie di “Shōtō”- (parte 7)

Vicende tratte dalla Autobiografia di Gichin Funakoshi Da Mano Cinese a Mano Vuota Il termine “Karate 空手” si può tradurre sia come “mano vuota”, sia come “mano cinese” poiché, nella lingua giapponese, caratteri diversi possono avere medesima pronuncia e uno stesso carattere ha pronunce diverse a seconda del contesto. In particolare karate, è composto dai due caratteri “Te”, che significa mano, Leggi tutto l’articolo →

Storie di “Shōtō”- (parte 6)

Vicende tratte dalla Autobiografia di Gichin Funakoshi La nascita del Karate Non vi sono testimonianze scritte sulla storia del Karate dal momento che la maggior parte della tradizione marziale è stata tramandata oralmente. Molte delle vicende antiche che si raccontano sono per lo più arricchite con fantasiose leggende e alla fine non si riesce a distinguere il confine tra la Leggi tutto l’articolo →

Storie di “Shōtō”- (parte 5)

Vicende tratte dalla Autobiografia di Gichin Funakoshi Un combattimento di Matsumura Funakoshi studia karate non solo dai suoi due maestri più importanti, Azato e Itosu. Tra i suoi insegnanti di Okinawa, c’è anche il maestro Matsumura. Di lui si racconta un curioso aneddoto quando riesce a sconfiggere un avversario senza nemmeno sferrare un solo colpo. Questa storia è così famosa, Leggi tutto l’articolo →